Controllo del Vicinato In evidenza

  • Scritto da  Movimento 5 stelle - Galbiate
  • Stampa
  • Email
  • Commenta per primo!
Vota questo articolo
(1 Vota)

A seguito dei continui furti nelle abitazioni e atti criminosi che avvengono nel nostro Comune, nel cuore delle nostre case, ci sembra utile proporre questa iniziativa, già in atto in molti Comuni vicini.
Non agire, non proporre idee, non avviare azioni, anche se non ci sono riscontri sulla loro efficacia, non farà altro che mantenere o AUMENTARNE la ricorrenza.

COME NASCE

L’iniziativa “Controllo del vicinato” nasce in forma di Associazione negli Stati Uniti attorno al 1960. Si diffonde in Europa dagli anni ’80 tramite la Gran Bretagna. Dal 2008 compare in Italia e si diffonde dapprima in vari Comuni della Lombardia. Nel luglio del 2013 viene fondata a Saronno l’Associazione Controllo del Vicinato con il compito di coordinare gruppi già esistenti o aiutare la costituzione di nuovi in altre città (per la nostra area vedi Barzanò, al centro dell’attenzione per i recenti fatti - url: http://www.comune.barzano.lc.it). L’Associazione è diventata rapidamente un punto di riferimento per le Amministrazioni comunali e le associazioni di cittadini desiderose di implementare il Programma nel proprio Comune (vedi Manuale Sicurezza Residenziale).

Url: http://www.acdv.it


OBIETTIVI

Il programma previsto dal Controllo del vicinato prevede l’auto-organizzazione attiva e volontaria tra vicini per controllare l’area intorno alle proprie abitazioni.
L’attività dei gruppi di Controllo del Vicinato è segnalata da appositi cartelli che hanno come scopo quello di comunicare a chiunque passi nell’area interessata al controllo che la sua presenza non passerà inosservata e che il vicinato è attento e consapevole di ciò che avviene all’interno della propria area.
Il programma prevede, oltre alla sorveglianza del territorio anche l’individuazione delle vulnerabilità ambientali e comportamentali che rappresentano sempre delle opportunità per gli autori di furti nelle case.
La collaborazione e la fiducia tra vicini sono fondamentali perché s’instauri un clima di sicurezza che sarà percepito da tutti i residenti (anche da chi non partecipa al programma) e particolarmente dalle fasce più vulnerabili, come anziani e bambini.
La costituzione di un gruppo avviene attraverso dei semplici ma essenziali passaggi che risultano indispensabili affinché il gruppo risulti organizzato efficacemente ed i giusti canali di comunicazione attivati.
In altri termini, bisogna che si instauri il cosiddetto “ciclo virtuoso” che  vede il suo inizio con un’assemblea pubblica (Consigli di frazione?) che ha lo scopo di far conoscere questa forma di sicurezza partecipata e dovrà  portare al coinvolgimento attivo dei cittadini.
Il programma può essere avviato anche senza la collaborazione con l’Amministrazione ma perderebbe molta delle sua efficacia.


MESSA IN ATTO

Sarà utile, dopo eventuale assunzione in carico del progetto da parte dell’Amministrazione, prevedere un percorso per passi:

    1.    Analisi e presentazione del progetto alla cittadinanza, della sua organizzazione e delle sue finalità
    2.    Divulgazione dell’iniziativa tramite stampa, TV, social, atri mezzi… (volantini con spiegazioni…)
    3.    Coinvolgimento della Polizia locale, Prefettura, Carabinieri, ecc…
    4.    Creazione dei gruppi di controllori volontari e nomina dei Coordinatori
    5.    Creazione di strumenti digitali (gruppi Whatsapp/pagina Facebook) per la raccolta delle segnalazioni, gestite tramite un “filtro” - Coordinatore
    6.    Affissione segnaletica / eventuali altri strumenti per la sicurezza


VANTAGGI


    •    Alza il livello di attenzione della popolazione
    •    Aumenta il senso solidarietà, di vicinanza e di fiducia tra vicini
    •    Rappresenta un deterrente contro i furti e contro altri comportamenti scorretti (vandalismo, scippi, liti, …)
    •    Rappresenta una “cella” attiva per segnalare anche altri fattori di rischio ambientale (es: illuminazione mancante/difettosa, segnaletica danneggiata, vandalismi, danni, …)
    •    Le Forze dell’Ordine beneficeranno di questa iniziativa e la comunicazione sarà bi-direzionale e cioè, tramite il Coordinatore, anche la popolazione sarà informata sullo stato di un particolare allarme

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 14 Marzo 2018 14:55

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Built with HTML5 and CSS3
Copyright © 2015 Movimento 5 Stelle - Galbiate