Il Movimento 5 stelle Galbiate a difesa dei disoccupati lecchesi

Vota questo articolo
(5 Voti)

M5S Galbiate interroga il Ministro del Lavoro sui sussidi di disoccupazione non erogati in provincia di Lecco

Il Movimento 5 Stelle Galbiate in queste settimane ha collaborato con i nostri portavoce alla Camera dei Deputati. Siamo soddisfatti della sinergia all’interno del M5S per tentare di risolvere i problemi del nostro territorio. Il lavoro e le tematiche sociali sono due dei principali punti di cui ci occuperemo, sperando di ottenere risultati sempre migliori.

Il portavoce della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati del M5S, Davide Tripiedi, ha depositato a sua prima firma un’interrogazione rivolta al Ministro del lavoro sui disagi che stanno subendo i disoccupati della provincia di Lecco, che non percepiscono il sussidio che gli spetta.

Dal 1 Maggio 2015, con il “Jobs act” è stata modificata l’erogazione dei sussidi di disoccupazione da ASPI e Mini ASPI in NASpI, il nuovo sussidio di disoccupazione universale erogato dall’INPS.

“Peccato che in provincia di Lecco e un po’ in ogni dove in Italia, ciò non venga fatto.” A farlo notare è lo stesso deputato.

Il problema parte dai ritardi dell’INPS nell’erogare la NASpI. Ritardi dovuti a disguidi di tipo informatico da parte dell’ente che non riesce a leggere le domande inviategli e che proprio per questo non può fornire l’assegno a chi ne ha fatto richiesta. E’ paradossale pensare che, come riferiscono i sindacati, la NASpI sia subentrata proprio quando l’ASPI aveva finalmente iniziato a funzionare dopo due anni di disguidi tecnologici nella provincia di Lecco.

Dal primo Maggio al 10 Giugno erano 113 i cittadini della provincia di Lecco che aspettavano l’assegno di disoccupazione e dal 10 Giugno ad oggi sono aumentati ulteriormente. Il Ministro ha il dovere di mobilitarsi al più presto per risolvere una situazione che, per chi è rimasto senza lavoro, assume aspetti drammatici a Lecco come in qualsiasi altra parte d’Italia.

Ecco il testo dell’interrogazione:

  • la legge 183/2014, c.d. “Jobs act”, ha introdotto la NASpI in sostituzione dell’ASPI e della Mini ASPI, come sussidio di disoccupazione universale erogato dall’INPS per eventi di disoccupazione involontaria successivi al 1 Maggio 2015, destinato ai lavoratori che perdono il lavoro ma hanno lavorato almeno 3 mesi;
  • in data 10 Giugno 2015, sul quotidiano online “La provincia di Lecco”, veniva pubblicato l’articolo riguardante le denunce della mancata erogazione della NASpI, fatte dalla direttrice del patronato Inca di Lecco, Cinzia Gandolfi e dal segretario della Cgil di Lecco, Wolfango Pirelli, in occasione di un incontro sul nuovo ammortizzatore sociale. Il problema, a detta della Gandolfi e Pirelli, è dovuto al fatto che le 113 domande di cittadini a cui spetta la nuova NASpI, accumulate in soli 40 giorni ed in continuo aumento, non possono essere inviate dato che, a livello nazionale, non è ancora stata attivata la procedura per liquidarle. Le domande possono essere presentate solo per via informatica, ma l’Inps non ha la possibilità di poterle leggere e quindi non può erogare l’assegno a chi ne ha fatto richiesta;
  • nell’articolo viene indicato come l’ASPI, l’ammortizzatore precedente al NASpI, nel solo periodo che va da Gennaio al 10 Giugno 2015, aveva raccolto 1.100 domande nella sola provincia di Lecco e aveva iniziato a funzionare, dopo circa due anni di disagi tecnologici, ma proprio in quella, si è inserito il nuovo sistema della NASpI;
  • secondo notizie ufficiose, la procedura per l’erogazione della NASpI pare sia stata rilasciata solo ad alcune sedi dell’INPS, che hanno però rilevato da subito problemi di funzionamento;
  • è evidente che in molti dei casi di chi ha perso il posto di lavoro e non riceve il sussidio di disoccupazione, esista un reale disagio e che la situazione di ritardo possa tramutarsi in dramma.

Noi chiediamo al Ministro:

  • quali sono i motivi legati ai ritardi nell’erogazione del sopra-citato sussidio di disoccupazione universale erogato dall’INPS;
  • se il Ministro sia a conoscenza del numero di altri casi analoghi di non erogazione ai richiedenti del sussidio di disoccupazione NASpI sul territorio nazionale e, se ve ne sono, quali misure intenda adottare per attivare il corretto funzionamento del servizio a chi abbia fatto regolare domanda, compresi i richiedenti della provincia di Lecco sopra-citati.

Il Movimento 5 Stelle Galbiate, il capogruppo Davide Tripiedi e sopratutto tutto il mondo del lavoro aspettano la risposta del Ministro.

 
Ultima modifica il %AM, %14 %368 %2015 %09:%Lug

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Built with HTML5 and CSS3
Copyright © 2015 Movimento 5 Stelle - Galbiate